Aspirante fornaio? Un’infarinata nel mondo dei forni per panifici

 

Avete terminato da poco la formazione professionale?

Il praticantato presso un forno della vostra zona è andato particolarmente bene e ora vi sentite pronti per iniziare una nuova vita da fornaio e da titolare di un’attività?

A questo punto l’aspetto principale a cui pensare è scegliere quale tipologia di forno fa più al caso vostro.

Il forno per panifici è il cuore pulsante dell’attività di un artigiano del pane, senza di esso la grande varietà di prodotti acquistabili presso i punti vendita, o realizzabili dai grandi apparati industriali, non potrebbe mai vedere la luce.

Si tratta probabilmente dell’acquisto più impegnativo di una nascente attività, ma qualsiasi sia il costo del forno su cui farete affidamento, esso verrà ammortizzato tutti i giorni, ogni pagnotta che verrà sfornata!

Ecco quali forni per panifici potranno soddisfare le vostre specifiche esigenze!

 

Forni per panifici a gasolio o elettrici?

Scegliere una tipologia di cottura rispetto ad un’altra è una questione fortemente personale, ma nel caso del pane esistono delle regole da seguire.

Nello specifico, sono più consigliabili i forni per panifici elettrici rispetto a quelli a gasolio perché il calore si diffonde con maggiore uniformità, garantendo anche una qualità di cottura migliore.

Inoltre, i forni elettrici fanno la differenza in materia di consumo di energia e minor dispersione termica, un aspetto che approfondiremo più avanti.

Due tipi di forni per panifici: a platea o rotativi.

 

Sono due le tipologie di forni professionali per panifici che il mercato offre ai professionisti, i forni a platea o quelli rotativi; i più diffusi sono senz’altro i primi.

I forni a platea sono in possesso di un numero variabile di camere orizzontali e si contraddistinguono per via del colore più intenso che donano alla pagnotta, caratteristica confermata anche nel sapore e nella fragranza. Punto a sfavore dei forni per panifici a platea è la cottura meno omogenea rispetto all’altro tipo.

I forni rotativi, invece, sono dotati di camere di cottura verticali, nelle quali sono posizionati dei carrelli dotati di teglie. A differenza dai forni a platea, il tipo di prodotto che ne uscirà avrà un sapore meno intenso, ma in compenso avrà un grado di cottura più omogeneo.

Risulta chiara, dunque, la scelta da compiere: fragranza o cottura omogenea, in realtà si tratterà solamente di stabilire cosa privilegiare!

Due consigli per risparmiare coi propri forni per panifici

 Tenete a mente sempre una cosa: il forno per panifici che garantisce una cottura omogenea in minor tempo e minor consumi, accantonando per un attimo la divisione tra rotativi e a platea, è sempre quello che presenta un grado di isolamento migliore, in quanto impedisce la dispersione del calore all’esterno.

Questo è un aspetto da non sottovalutare nella scelta del proprio forno.

Ci sono anche altri accorgimenti da seguire per poter risparmiare sui consumi, uno di questi consiste nello spegnere il forno un po’ prima del tempo necessario.

In questo modo si utilizzerà il calore già all’interno della camera di cottura che ultimerà, senza alcun consumo energetico aggiuntivo, la preparazione del prodotto.

Vapore, un prezioso alleato nei forni per panifici!

Per ogni tipologia di forno, una parte importante del processo qualitativo la svolge il vapore.

Esso viene utilizzato durante la fase di cottura e molto spesso è quella marcia in più che dona un valore al pane sfornato.

Uno dei vantaggi di un forno che riesca a fare un uso accurato e operativo del vapore è quello di velocizzare il processo di cottura, ma non solo: il vapore fa anche aumentare il volume del pane e influisce sulla crosta e sulla mollica, in quanto andrà a interagire con le reazioni chimiche responsabili di questi processi.

In particolare, più aumenta la quantità di vapore più aumenta la mollica, mentre la crosta si assottiglia diventando più lucida.

Un’ulteriore accortezza da considerare nella scelta è propendere per un tipo di forno che garantisca una gestione del vapore in linea con la proposta che vorrete fare ai vostri futuri clienti!

Un ultimo consiglio!

Una buona pratica è quella di procurarsi forni per panifici equipaggiati per svolgere finalità fondamentali per le fasi della produzione.

Talvolta si può incorrere nella ‘tentazione’ di acquistare modelli futuristici, dotati di funzioni affascinanti, ma spesso inutili e che faranno lievitare le voci di spesa.

Una scelta migliore è quella di concentrarsi su un forno che è stato progettato puntando sulla riduzione della dispersione di calore!

Per trovare prodotti in linea con quanto elencato dall’articolo, vi consigliamo di visitare il sito internet di Mondial Forni, azienda leader del settore che da anni propone soluzioni nel campo dei forni per panifici!